Fai un nodo…..alla CRAVATTA!

Dalla Rivoluzione Islamica la cravatta, l’accessorio di seta maschile che ‘orna’ o ‘ingabbia’ (dipende dai punti di vista) il collo degli uomini, è vietata in Iran..come simbolo di una certa è “decadenza occidentale”, tanto che, cito  Farian Sabahi, secondo alcuni “facendosi il nodo gli uomini si farebbero il segno della croce”.

Negli ultimi tempi, circa due anni fa, per venire incontro alle esigenze della moda e degli ayatollah, Hemat Komeili ha ideato la “cravatta islamica” che nella foggia ricalcherebbe la forma della spada dell’Imam Ali, il cugino di Maometto che sposò la figlia Fatima.

Ironia della sorte, la cravatta però pare tragga le sue origini proprio in Persia. Vediamo come.

Stando a quanto scrive lo storico britannico Noel Malcolm, nel suo libro, “A short history of Bosnia” (in cui si studiano le relazioni tra gli iraniani e alcune etnie dell’ex Yugoslavia) la parola croato non sarebbe una parola serba, ma iraniana. Croato sembra, infatti, somigliare molto al nome persiano Choroatos, trovato su alcune lapidi di greche nella regione della Russia meridionale. Inoltre, per la prima volta la parola Khoravat sarebbe citata negli Avesta, i testi sacri zoroastriani, col significato di “amichevole”.
Qual è, quindi, il legami con i Croati della ex Yugoslavia i Choroatos persiani e, infini, la sciarpa di seta annodata attorno al collo? Migrazioni dei Choroatos dall’Iran verso le attuali Serbia, Bosnia e Croazia ebbero inizio circa 3mila anni fa. Al punto che anche la parola “serbo” potrebbe avere origini persiane: queste due etnie avrebbero origini iraniane e avrebbero  accettato in seguito il dominio slavo, mescolandosi con questa popolazione.
L’ipotesi sarebbe confermata da alcuni teorici del nazionalismo croato che fecero propria l’origine iraniana per mantenere una certa distanza e indipendenza dalle popolazioni slave, soprattutto durante la seconda guerra mondiale.

E che c’entra la cravatta? Il nodo della questione –  è il caso di dirlo –  è che queste popolazioni giunte dall’oriente per segnare la propria distanza da quelle indigene legavano un foulard al collo, con un nodo ben visibile.

Qualcosa che più tardi avrebbe assunto un nome piuttosto popolare: cravatta.
I cavalieri croati, mercenari assoldati da Luigi XIV, nel 1656 portavano al collo una sciarpa annodata. La cosiddeta sciarpa croatta. Secondo la tradizione si trattava di un fazzoletto in seta fiorata, la cui estremità penzolava dal nodo, con una doppia utilità, quella di essere usata come benda per le ferite di guerra. Oggi, invece, la cravatta serve principalmente per coprire la linea di bottoni della camicia che, effettivamente, nelle camicie (prahan)  di molti iraniani non compare neanche, coperta da un risvoltino di tessuto studiato ad hoc…..della camicia però, parleremo nel prossimo post.

Annunci

Una risposta a “Fai un nodo…..alla CRAVATTA!

  1. Buongiorno,

    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a figurare tra le pagine di Società e Curiosità del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

    silvia [at] paperblog.com
    Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
    http://it.paperblog.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...