BON TON made in Iran

Se c’è qualcosa che non manca certo agli iraniani è l’educazione e il senso dell’ospitalità. Un’educazione e un’ospitalità fatte di atteggiamenti, parole, gesti che necessitano ai nostri occhi di un periodo di assestamento. Di fronte a una cortesia così affettata, chi come noi è abituato a forme di comunicazione più diretta e spicciola può trovarsi infatti disorientato.

Ci fa o ci è? E’ possibile che tutto ciò sia autentico? O si tratta di pura e semplice ritualità? Un po’ e un po’. Diciamo che si tratta di una ritualità così introiettata da averla resa vera.

Del resto l’Iran è la patria del Tarof o Taro’of, questa forma di etichetta, di galateo, che regola gli aspetti della vita sociale e familiare. L’esempio più tipico, citato anche dalla Lonely Planet, è quello della corsa in taxi e del rifiuto del tassista di farsi pagare. “Ghabeli nadari” è ciò che dice il tassista, “non è nulla”, ma attenzione non vuol dire veramente che non vuole essere pagato, si tratta, piuttosto, di quest’elegante gioco fra le parti che si chiama Tarof.

“Ghabeli nadari” si usa anche per rispondere a un ringraziamento per qualcosa che si è fatto o donato: “non è un granché”; “non è abbastanza per te”. Il Tarof è un po’ come un balletto in punta di piedi: “prego”, “ma si figuri”, “è un piacere”, “non c’è di che” diremmo noi; anche noi del resto abbiamo il nostro cerimoniale.

Al di là delle squisitezze linguistiche non sempre evidenti a chi parla un’altra lingua, il Tarof prescrive anche dei comportamenti ben precisi. Un esempio: Sei ospite a casa di un amico o un parente e a tavola viene servito il tuo piatto preferito. Lo mangi e hai ancora fame. Lo rifiuterai tre volte prima di poter accettare serenamente.

L’ospite per gli iraniani è sacro (come lo era per i greci antichi forse), ma l’ ospite ha anche degli obblighi di “buona educazione”.

Questo però si traduce a volte in un tira e molla che, come mi ha spiegato la mia cara amica Soroor, può durare anche quindici minuti, durante in quali chi offre e chi rifiuta non capisce più quale sia il ruolo da giocare.

E così se ti offrono il tè, ma non ne hai granché voglia meglio evitare la via diretta e rispondere un cortese “grazie, ma non ora”; oppure se ti invitano da qualche parte, al rifiuto sincero è preferibile un “ mi piacerebbe ma per ora ho altri programmi”. “Noi – mi scrive Soroor – siamo molto meno tarofi dei nostri nonni. Non c’è tempo di chiacchierare così a lungo sul fatto di voler prendere o meno un’altra tazza di te’!” .

La fretta però non sembra essere una buona amica degli iraniani, altrimenti non potrebbero muoversi quotidianamente per le strade super trafficate della loro capitale.

A me, qualche anno fa, è capitato di essermi innamorata di un manto nella vetrina di un negozio a Teheran. Volevo saperne il prezzo. Sto per entrare, ma l’iraniana che sta con me mi dice che ci avrebbe pensato lei: il mio aspetto inequivocabilmente occidentale e la mia incapacità di parlare il persiano mi avrebbero fatto trattare da turista. Resto fuori e lei entra, chiedendo come se fosse per sé.

Inizia così una conversazione fatta di sorrisi, teste che annuiscono, parole, parole, parole che a me che sono rimasta fuori a guardare dalla vetrina sembrano infinite. Ma ci vuole così tanto per sapere un prezzo? Dopo alcuni minuti finalmente la mia amica esce e io le chiedo: allora?

E lei: “non lo so. Non è stato abbastanza gentile!”.

Non saprò mai se non fosse stato abbastanza tarofi; eppure io volevo sapere soltanto il prezzo.

Annunci

Una risposta a “BON TON made in Iran

  1. Pingback: Taxi drivers…. | SguardiPersiani·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...