A onor di cronaca. Nasrin Sotoudeh ha concluso il suo sciopero della fame

Avendo seguito la questione in modo abbastanza regolare, è bene ora dare l’ultimo aggiornamento sulla vicenda di Nasrin Sotoudeh che nei giorni scorsi ha interrotto il suo sciopero della fame. Dopo 49 giorni, il governo iraniano ha accolto la sua richiesta e ha rimosso l’ordine che impediva alla figlia dodicenne dell’avvocato, Mehraveh

copyr rhumanrightsinternational.org
copyr rhumanrightsinternational.org

, di uscire dal Paese. Il marito, Reza Khandan, lo ha annunciato ufficialmente sulla sua pagina Facebook, spiegando che aveva avuto anche l’occasione di vederla. Come accaduto già negli ultimi anni, anche in questo caso la ribalta mediatica pare avere un ruolo di rilievo nell’esito della vicenda.

Secondo il sito Kaleme, legato al movimento dell’Onda Verde, la scelta del governo sarebbe successiva a un incontro fra il marito della donna e alcune attiviste per i diritti umani con un gruppo di deputati del Parlamento che avrebbero perorato la causa di Nasrin davanti al presidente del Majles, Ali Larijani, e a suo fratello Sadegh Larijani, capo della magistratura.

Quello appena concluso è il quarto sciopero della fame dell’avvocatessa, da quando è stata imprigionata nel settembre 2010. Il primo risale al 6 ottobre 2010 e gli altri due al gennaio 2011.

Quando avrà scontato la sua pena le sarà interdetta sia l’attività professionale, sia la possibilità di uscire dal Paese. Stessa sorte che è toccata al regista Panahi.

La Sotoudeh lavorava come avvocato per i diritti umani assieme a Shirin Ebadi ed era stata già arrestata nel giugno 2008.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...